mercoledì 9 agosto 2017

Pillole di Apollo: Una scultura sulla Luna

La targa e la statuetta lasciata sulla Luna da Apollo 15

Per commemorare tutti gli astronauti e cosmonauti defunti, l'equipaggio di Apollo 15 ha voluto fare un gesto personale, privato e simbolico. Questo desiderio è stato rafforzato dalla morte dei tre cosmonauti sovietici durante il volo di Soyuz 11. Scott, durante una cena, aveva incontrato lo scultore belga Paul Van Hoeydonck, specializzato in temi spaziali e aveva discusso la possibilità di portare sulla luna qualcosa di simbolico. Da questa discussione è nata la decisione dell'equipaggio di Apollo 15 di portare sulla luna una piccola figura in alluminio scolpito fornita dall'artista Van Hoeydonck, insieme a una targa che elenca i nomi degli astronauti scomparsi. L'accordo dell'equipaggio con Van Hoeydonck era chiaro: non ci doveva essere uno sfruttamento commerciale o personale per questo memoriale.
L'equipaggio di Apollo 15, da six: Dave Scott, Alfred Worden e James Irwin


In una conferenza stampa dopo la missione, l'equipaggio ha segnalato la cerimonia commemorativa e, in linea con l'accordo, non ha rivelato il nome dello scultore.

L'artista Van Hoeydonck
Nel novembre 1971 l'istituto Smithsonian espresse il desiderio di mostrare una replica della statua e della targa commemorativa; L'equipaggio di Apollo 15  fu d'accordo a condizioni che il display fosse stato di buon gusto e senza pubblicità. Scott si impegnò ad ottenere le repliche per il museo.

Nel marzo 1972, Scott inviò la replicha della targa al museo. Nell'aprile dello stesso anno, rispondendo alla richiesta di Scott, Van Hoeydonck presentò al museo una replica della statuetta. Le repliche sono attualmente esposte.

Nel maggio 1972, Scott apprese che altre repliche della statuetta erano state offerte per la vendita, scrisse a Van Hoeydonck chiedendogli di controllare questa notizia. Nella sua risposta, Van Hoeydonck confermò che le repliche erano state destinate alla vendita indicando di non avere nessun vincolo o restrizione in materia. L'equipaggio dell'Apollo 15, fortemente in disaccordo con questa posizione, ritenendo che il loro solenne accordo con Van Hoeydonck vietasse una tale commercializzazione.

In seguito 950 repliche della figurina "Fallen Astronaut" firmate dallo scultore sono state pubblicizzate per la vendita dalla Galleria Waddell di New York ad un prezzo di 750 dollari a testa.

Lo sfruttamento economico delle missioni lunari (vedi anche le buste portate di nascosto sulla luna) fece infuriare la NASA che diede la colpa all'equipaggio con inevitabile esclusione dalla rotazione dei voli.  Luigi Pizzimenti

Una delle 950 riproduzioni

Nessun commento: